18/10/14

cake di barbabietole e cioccolato




  
Per noi (italiani intendo, mi sdoppio ogni tanto ma questi sono i vantaggi dell’essere expat  e sono specularmente anche  gli svantaggi) sempre di torte si tratta. Che siano dolci o salate, semplice pan di spagna aromatizzato, torte sofficissime di creme e ricoperte di glasse, sempre torte sono. L’unica eccezione riguarda le crostate e qui non c’è  nessuna possibilità di equivoco.
Parlando però di torte,  un’ immensa varietà di preparazioni dolci o salate sono classificate in questa categoria.
Altrove non è cosi, e non  andrò a fare riferimento alla differenziazione tra pie e cake, questo riguarda l’America e gli americani; mentre farò riferimento alle differenze tra torta e cake che riguarda noi greci (leggere la prima frase!).
Con il termine “tourta” (non devo tradurre vero?)  intendiamo una preparazione dolce, con farciture di creme e varie decorazioni e  glassature, di preparazione in genere non casalinga, quelle che si comprano dal pasticcere per farla breve.  Con “cake” invece, termine che si usa in Grecia da quasi sempre,  si indicano le preparazioni dolci  perlopiù casalinghe, in genere prive di farciture e creme, quelle sostanzialmente fatte con uova, farina, burro o olio, zucchero, aromi e poco più anche se ovviamente negli ultimi anni si arricchiscono sempre di più.
Senza equivoci quindi, questo dolce non è una torta ma un cake e di vantaggi ne ha tanti. E’ golosissimo,  si prepara in un vidiri e svidiri per dirla alla Camilleri, ci sono le verdure, è privo di grassi animali che non guasta ogni tanto e si consuma in un amen  e quest’ultimo è l’unico svantaggio!


Ingredienti:
-          300 gr. di barbabietole
-          200 gr. di farina 00
-          50 gr. cacao amaro in polvere
-          50 gr. cioccolato fondente 70%
-          2 uova
-          150 gr. di zucchero
-          100 ml olio di girasole
-          1 ½ cucchiaino di baking powder (lievito chimico senza aggiunta di aromi)
-          scaglie di cioccolato amaro per la decorazione
Procedimento:
Si si ha la fortuna di trovare delle barbabietole fresche, procedere come segue: tagliare  radici e steli, lavarle  bene sott’acqua corrente e cuocerle al vapore finchè non diventino tenere.  Lasciare raffreddare e sbucciare. Altrimenti (come ho fatto io) prendere quelle già cotte e toglierle dalla confezione. Tagliare a pezzi e frullare insieme alle uova e l’olio. Versare il composto in una bacinella.  Se avete paura di macchiarvi le mani con il colore delle barbabietole, mettete dei guanti, ma il colore va via con un paio di lavaggi. Parola di impavida!!!
Sciogliere a bagnomaria il cioccolato e versare nel frullato di barbabietole. Mescolare bene per incorporare il cioccolato.

Setacciare la farina con il cacao e il lievito e versare nel composto di barbabietole. Incorporare con movimenti gentili e lievi e versare il tutto in una tortiera unta con olio. Infornare per 40 minuti a 180 gradi. Togliere la torta dal forno, lasciare raffreddare, capovolgere sul piatto e decorare con le scaglie di cioccolato.